Diario di bordo Ameffè! #2

Cari amici sostenitori, grazie a voi abbiamo praticamente raggiunto
quota €. 3.500. A nove giorni dalla chiusura della campagna, possiamo
comunicare con soddisfazione che “Ameffè!!!” gode di un grandissimo
seguito, oltre 10.000 persone sono state coinvolte nella campagna, più
di 3.000 visualizzazioni per il video dei bambini/cittadini attivi de
L’Halveare, con tante donazioni, giunte anche da fuori provincia e
regione, ma il bello deve ancora venire!

Siamo fiduciosi perchè nei prossimi giorni, attendiamo le donazioni
dei tanti che ci hanno contattato promettendoci al più presto il loro
versamento o comunicandoci di aver attivato iniziative o piccoli
gruppi di raccolta fondi in associazioni, aziende, gruppi social e
scuole.
“Ameffè!!!” non è solo sul web, anche chi non è in possesso di una
carta per il pagamento elettronico può contribuire alla nostra
campagna, basterà recarsi presso la Bottega di Equo e non solo in via
Fogazzaro, 59 a Fasano, dove potrà fare la propria donazione in
contanti e sarà poi nostra cura versarla in piattaforma.
Inoltre, in questi giorni è partita anche la raccolta fondi locale
grazie ai salvadanai realizzati attraverso il riutilizzo di materiale
destinato a diventare rifiuto. Il Centro di Educazione Ambientale
EquoAmbiente, con il coinvolgimento di tanti bambini, ha realizzato
gli originali maialini/salvadanaio Ameffè, che grazie alla
partnership con l’associazione di commercianti Life Class e a tanti
volontari, hanno “invaso” la nostra città.

Intanto, domenica 24 maggio, a partire dalle ore 9,00, siete invitati
a pratecipare a “PuliAMO il PARCO della Rimembranza”. La giornata è
stata organizzata per coinvolgere attivamente le famiglie della nostra
città e per creare un momento di comunità e di sensibilizzazione della
cittadinanza al rispetto e alla cura dei beni comuni. Tutti insieme,
muniti degli attrezzi che porteremo, raccoglieremo e ripuliremo il
parco per poi fermarsi ad ora di pranzo per un bel pic-nic di gruppo
con pranzo a sacco.
Non ci stancheremo mai di affermare, che abbiamo scelto di far partire
una raccolta fondi aperta alla cittadinanza, non solo per ragioni
economiche, ma, in particolar modo, per stimolare e rafforzare il
senso di appartenenza e di cura attiva dei cittadini nei riguardi
della propria città a completamento del percorso di progettazione
partecipata e di condivisione che ispira il programma.

Vi chiediamo di non smettere di sostenere e promuovere questa campagna
sociale, continuate a diffonderla, a invitare a donare e a
condividerla attraverso i siti web, i gruppi, le pagine e i profili
sui social network.
Con il poco di molti si può fare quello che non sarebbe possibile con
il molto di pochi.
Ameffè!!!