Consegna del progetto di riqualificazione dell’area giochi del Parco della Rimembranza di Fasano

Comunichiamo che nei prossimi giorni consegneremo all’ufficio tecnico del comune di Fasano il progetto di riqualificazione dell’area giochi del Parco della Rimembranza della nostra città. Il progetto che prevede la riqualificazione dell’area con un parco giochi inclusivo, accessibile e fruibile anche ad adulti e bambini disabili, è opera volontaria del gruppo di progettazione de L’Halveare, che lo ha realizzato dopo lo studio degli elaborati degli alunni delle scuole primarie coinvolti nel percorso di progettazione partecipata.
Martedì 1 dicembre dalle ore 19,00 alle 20,30 presso il Laboratorio Urbano di Fasano si terrà l’incontro pubblico di presentazione del progetto e dei prossimi appuntamenti in programma della campagna di raccolta fondi Ameffè!
Purtroppo lo sviluppo del percorso di progettazione partecipata, il rispetto degli iter burocratici e le ben note vicende amministrative della nostra città, hanno comportato un ritardo nei tempi inizialmente previsti (giugno 2015), come da proroga riconosciuta dalla Regione Puglia, la consegna del progetto dovrà avvenire entro la fine dell’anno per poter beneficiare del contributo economico del bando Puglia Capitale Sociale.
Nel ribadire che, senza possibilità di altra proroga, entro il 31/12/2015, dovremo esaurire tutte le operazioni economiche in entrata ed uscita di competenza del programma, dobbiamo provvedere con urgenza alla raccolta di tutti i contributi già indicati dai partner nella scheda di adesione al programma o annunciati durante la campagna di raccolta fondi. A tale scopo è a vostra disposizione il conto corrente di A.IT.A. ONLUS Regione Puglia (Banca Sella Fasano – IBAN IT78A0326825801052912217970), su cui potrete versare il contributo
previsto con causale: “Donazione L’Halveare – Giochi senza barriere
Fasano”.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno, finora, collaborato e collaboreranno ancora alle varie iniziative, invitiamo tutti a promuovere nuove iniziative di raccolta fondi e a comunicarcele per le
opportune azioni di sostegno e di comunicazione.

Ameffè!!!

Diario di bordo #4: Festa dell’amicizia per l’Halveare

Cari amici, siete tutti invitati a partecipare, sabato 13 Giugno dalle ore 20.30, presso Masseria Carbonara – C.da Fascianello n.21 – Fasano alla FESTA DELL’AMICIZIA: “TUZZE PI PIT”, evento di chiusura della campagna Ameffè!!, la raccolta fondi che la rete de “L’Halveare” ha lanciato per incrementare il budget per la realizzazione, nel Parco della Rimembranza, del primo parco giochi inclusivo della città di Fasano.

Passeremo insieme una serata di festa all’insegna del divertimento e dell’amicizia, organizzata da Equoenonsolo e Impronte di Puglia, per riscoprire il valore delle tradizioni e delle cose semplici. Regola di base è “tuzz pi pit” (bussa con i piedi) ingresso gratuito ma non a mani vuote, si porta da mangiare, da bere e soprattutto tutti gli amici che vorrete.

L’animazione e le danze popolari saranno a cura di “Impronte di Puglia”, inoltre tutti gli artisti che desiderano esibirsi potranno dare la loro disponibilità contattando Lucia al 328.8682626.

Grazie al vostro prezioso sostegno “Ameffè!!!” è vicinissima a superare quota €. 5.200, e fino a domenica 14 giugno, tutti potranno fare la propria donazione sulla piattaforma www.finanziamiiltuofuturo.it oppure presso la Bottega di Equo e non solo in via Fogazzaro, 59 a Fasano, dove sarà possibile fare la propria donazione in contanti. Anche in occasione della gara automobilistica “Coppa Fasano Selva” sarà possibile sostenere L’Halveare grazie ad una delle speciali “Ferrari di Zio Claudio” in premio per la lotteria di solidarietà a sostegno dell’associazione “Flavio Arconzo. Vittime della strada e della giustizia” e della campagna “Ameffè!!!”. Le Ferrari di Zio Claudio sono dei modellini di Ferrari da Formula 1, che Claudio costruisce, nel carcere in cui è
detenuto, utilizzando esclusivamente le sue mani e del materiale di riciclo.

In una sua lettera pubblicata dal settimanale Autosprint, Claudio afferma che questi modellini sono il simbolo della sua passione e anche della voglia di fare in concreto qualcosa per il suo futuro, perché in carcere si vive alla giornata e lui che non è un ragazzo che fa uso di droghe, spera di poter avere un’opportunità per poter dare qualche soddisfazione ai suoi genitori e a chi crede in lui.

Associazioni, aziende, cooperative e cittadini hanno donato con entusiasmo anche per lasciare un ricordo indelebile in occasione di momenti di festa o in memoria di un proprio caro. Vi chiediamo ancora un piccolo sforzo: continuate a sostenere e promuovere la campagna.

Continuate a diffonderla, a invitare a donare e a condividerla attraverso i siti web, i gruppi, le pagine e i profili sui social network.
Con il poco di molti si può fare quello che non sarebbe possibile con il molto di pochi.

Ameffè!!!

#Ameffè campagna posticipata al 14 giugno

Le molteplici iniziative nate in forma spontanea sul territorio a sostegno del progetto “Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi” ci hanno fatto riflettere sul senso di appartenenza e condivisione che in questi mesi il progetto del primo parco giochi inclusivo è stato in grado di mobilitare e attivare nella cittadinanza. Inoltre, sono arrivate proposte aggiuntive volte a rendere il parco ancora più inclusivo (come lo skate park e la rete wireless ad esempio), segno di come la cittadinanza si sia sentita completamente coinvolta e partecipe. Infine i maialini-salvadanaio, costruiti dai bambini e distribuiti in tutta la città di Fasano e nelle suole, continuano a raccogliere donazioni.

Per questi motivi e per rendere totalmente trasparente il percorso intrapreso abbiamo deciso di posticipare la chiusura della campagna di crowdfunding al 14 giugno 2015, all’indomani di quello che può essere definito il momento conclusivo della nostra raccolta fondi: la “Festa dell’Amicizia” che si svolgerà appunto il 13 giugno presso Masseria Carbonara a Fasano.

Una serata organizzata dalle associazioni partner de “L’Halveare” (“Impronte di Puglia”, Coop. ” Equo e non solo onlus” e Laboratorio Urbano Fasano) in collaborazione con “Masseria Carbonara” per festeggiare il successo in termini di mobilitazione e partecipazione del progetto “Giochi senza barriere:stessi giochi stessi sorrisi”.

Infatti, grazie al sostegno ricevuto fino ad oggi, possiamo acquistare 1 fontanella, rigenerare il 30% dell’illuminazione del parco con nuovi pali e acquistare la superficie antitrauma, almeno, per una delle diverse zone dell’area giochi del parco. Un ottimo risultato certo, ma c’è ancora molto da fare!

Fino al 14 giugno sarà quindi possibile continuare a sostenere #Ameffè visitando la pagina www.finanziamiiltuofuturo.it/ameffe

Diario di bordo Ameffè! #2

Cari amici sostenitori, grazie a voi abbiamo praticamente raggiunto
quota €. 3.500. A nove giorni dalla chiusura della campagna, possiamo
comunicare con soddisfazione che “Ameffè!!!” gode di un grandissimo
seguito, oltre 10.000 persone sono state coinvolte nella campagna, più
di 3.000 visualizzazioni per il video dei bambini/cittadini attivi de
L’Halveare, con tante donazioni, giunte anche da fuori provincia e
regione, ma il bello deve ancora venire!

Siamo fiduciosi perchè nei prossimi giorni, attendiamo le donazioni
dei tanti che ci hanno contattato promettendoci al più presto il loro
versamento o comunicandoci di aver attivato iniziative o piccoli
gruppi di raccolta fondi in associazioni, aziende, gruppi social e
scuole.
“Ameffè!!!” non è solo sul web, anche chi non è in possesso di una
carta per il pagamento elettronico può contribuire alla nostra
campagna, basterà recarsi presso la Bottega di Equo e non solo in via
Fogazzaro, 59 a Fasano, dove potrà fare la propria donazione in
contanti e sarà poi nostra cura versarla in piattaforma.
Inoltre, in questi giorni è partita anche la raccolta fondi locale
grazie ai salvadanai realizzati attraverso il riutilizzo di materiale
destinato a diventare rifiuto. Il Centro di Educazione Ambientale
EquoAmbiente, con il coinvolgimento di tanti bambini, ha realizzato
gli originali maialini/salvadanaio Ameffè, che grazie alla
partnership con l’associazione di commercianti Life Class e a tanti
volontari, hanno “invaso” la nostra città.

Intanto, domenica 24 maggio, a partire dalle ore 9,00, siete invitati
a pratecipare a “PuliAMO il PARCO della Rimembranza”. La giornata è
stata organizzata per coinvolgere attivamente le famiglie della nostra
città e per creare un momento di comunità e di sensibilizzazione della
cittadinanza al rispetto e alla cura dei beni comuni. Tutti insieme,
muniti degli attrezzi che porteremo, raccoglieremo e ripuliremo il
parco per poi fermarsi ad ora di pranzo per un bel pic-nic di gruppo
con pranzo a sacco.
Non ci stancheremo mai di affermare, che abbiamo scelto di far partire
una raccolta fondi aperta alla cittadinanza, non solo per ragioni
economiche, ma, in particolar modo, per stimolare e rafforzare il
senso di appartenenza e di cura attiva dei cittadini nei riguardi
della propria città a completamento del percorso di progettazione
partecipata e di condivisione che ispira il programma.

Vi chiediamo di non smettere di sostenere e promuovere questa campagna
sociale, continuate a diffonderla, a invitare a donare e a
condividerla attraverso i siti web, i gruppi, le pagine e i profili
sui social network.
Con il poco di molti si può fare quello che non sarebbe possibile con
il molto di pochi.
Ameffè!!!

Un Salvadanaio per L’Halveare

Domenica 3 maggio, ore 18,00 presso il Laboratorio Urbano di Fasano si terrà il laboratorio creativo, con ingresso gratuito, per costruire con materiale di riutilizzo, gli originali salvadanai ecologici da consegnare a tutti coloro che ne faranno richiesta per collaborare alla raccolta fondi de L’Halveare.
C.E.A. EquoAmbiente Fasano, Comitato dei Genitori Fasano, Coop. Equoenonsolo e Futurforma, invitano tutti a partecipare a “Un salvadanaio per L’Halveare”, per realizzare il simpatico maialino “Ameffè!”, con cui tutti potranno contribuire alla raccolta fondi per realizzere nel Parco della Rimembranza, il primo parco giochi inclusivo di Fasano. A tutti i partecipanti è richiesto, solamente, di portare con sè bottiglie di plastica, bicchieri, tappi e cartoncini da riutilizzare.
Ameffè!

Diario di bordo Ameffè! #1

Cari amici sostenitori,
più di €. 2.000,00 sono stati raccolti, con tante donazioni, a partire da 5 €, giunte anche da fuori provincia e regione sulla piattaforma di www.finanziamiiltuofuturo.it.
Non solo, in tantissimi ci hanno contattato promettendoci al più presto la loro donazione o comunicandoci di aver attivato iniziative o piccoli gruppi di raccolta fondi in associazioni, aziende, gruppi social e scuole.

Molti ci hanno chiesto di donare anche in contanti, perchè non in possesso di una carta per il pagamento elettronico, pertanto informiamo che è possibile donare in contanti, presso la Bottega di Equo e non solo in via Fogazzaro, 59 a Fasano. La rete, grazie a questa raccolta fondi, vorrebbe raccogliere, fino al 31 maggio, 10.000 euro per realizzare una serie di interventi migliorativi rispetto a quelli consentiti dal budget attuale, come la rigenerazione di tutti i punti di illuminazione del parco per renderlo più sicuro nelle ore serali, la realizzazione di un’ampia pavimentazione anti-trauma nelle zone di gioco e l’installazione di una o più fontanelle nel parco.

Abbiamo scelto di far partire una raccolta fondi aperta alla cittadinanza, non solo per ragioni economiche, ma, in particolar modo, per stimolare e rafforzare il senso di appartenenza e di cura attiva dei cittadini nei riguardi della propria città a completamento del percorso di progettazione partecipata e di condivisione che ispira il programma.

Abbiamo bisogno ancora del vostro aiuto, vi chiediamo di essere ancora protagonisti di questa campagna sociale, continuando a condividerla e a diffonderla attraverso i siti web e i gruppi, le pagine e i profili sui social network.

Infine, ci preme far chiarezza sulla confusione che ha generato a livello locale la copertina e l’articolo del mensile cittadino Osservatorio in merito ad una proposta di riqualificazione,commissionata da un privato, dell’intero Parco Della Rimembranza e delle zone adiacenti. Il programma L’Halveare non ha nessun ruolo nella suddetta proposta.

Ameffè!!!

Ameffè? Superato il 20%, ma manca ancora tanto

Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi, la campagna di crowdfunding lanciata da Finanziami il tuo Futuro dopo una sola settimana ha superato il 20%. Ben 2.047,00 euro raccolti sui 10.000,00 del traguardo prefissato. Un ottimo risultato, ma non ancora il successo sperato. Finanziami il tuo Futuro infatti lancia l’appello a donare a tutti i cittadini pugliesi e non. Portare a termine questa campagna significherebbe dare corpo all’idea che lo sviluppo dal basso di un territorio è possibile, così come permettere alle singole comunità di prendersi cura di se stesse.
Il progetto “Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi” prevede la realizzazione del primo parco giochi inclusivo della città di Fasano. La rete de l’Halveare (operante nella zona BR/2 Cisternino, Fasano e Ostuni) che ha partorito l’idea progettuale è composta da 38 realtà tra associazioni e aziende private ed è la dimostrazione di quanto la volontà collettiva di superare ogni ostacolo possa essere più forte di qualunque limite politico o burocratico.
Per scoprire i dettagli del progetto www.finanziamiiltuofuturo/ameffe.
Ogni contributo, anche il più piccolo può far crescere il tuo territorio. Ti aspettiamo sulla nostra pagina progetto.

Ameffè!!! Scatta il conto alla rovescia per l’inizio della campagna di crowdfunding

Logo L'HalveareLunedì 20 Aprile nel Parco della Rimembranza di Fasano, con inizio alle ore 20,00, sarà presentata alla cittadinanza la campagna di raccolta fondi “Ameffè!!!” per incrementare il budget dell’iniziativa “Giochi senza Barriere: stessi giochi, stessi sorrisi” de L’Halveare, programma finanziato dal bando regionale Puglia Capitale Sociale, con cui si realizzerà il primo parco giochi inclusivo della Città di Fasano, accessibile e fruibile anche alle persone con disabilità.

La campagna sarà lanciata con la presentazione del video “Ameffè”, che ha come protagonisti un gruppo di bambini e realizzato dalla rete con la collaborazione di Fabrizio Giannuzzi (soggetto e regia) e di Vincenzo De Luci (musiche originali) di AccordiAbili e di Giuseppe Recchia (riprese e montaggio).

La raccolta fondi, che andrà avanti fino al 31 maggio prossimo, oltre a prevedere nuove iniziative a livello locale, si articolerà anche attraverso il web con una campagna di crowdfunding che sarà gestita
dalla piattaforma www.finanziamiiltuofuturo.it e che sarà presentata nel corso della serata.

Intanto, tutti, possono già essere protagonisti di questa campagna sociale, aiutandoci a divulgarla, condividendo e diffondendo sul web e sui social network, i video del conto alla rovescia di “Ameffè!!!” che saranno on-line a partire da mercoledì 15 aprile.

Dopo il percorso di progettazione partecipata con le scuole del territorio, la rete de L’Halveare ha accolto, all’unanimità, la proposta da parte dell’Amministrazione Comunale di aumentare fino a €. 40.000,00 il proprio contributo, se l’intervento previsto dal programma si fosse realizzato nel Parco della Rimembranza, impegnandosi, anche, a disporre la chiusura al traffico del tratto di strada che separa il parco dalla scuola Collodi.

Il Parco Della Rimembranza di Fasano, che oggi versa in uno stato di degrado che lo rende poco frequentato, è stato realizzato alla fine degli anni venti, in memoria dei 251 concittadini caduti della prima guerra mondiale, grazie anche al finanziamento dei cittadini e in particolar modo dei fasanesi che emigrarono e trovarono fortuna negli Stati Uniti. Allorchè, in memoria di ogni caduto, all’interno del parco, venne piantato un albero e inciso il nome sulle lapidi dell’imponente monumento centrale.

Cresce, infine, sempre più il consenso nei confronti delle proposte della rete de L’Halveare, che grazie alle adesioni giunte in questi giorni dalla Cooperativa Artigiana di Garanzia di Fasano e dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fasano è ora composta da 38 partner tra soggetti pubblici, realtà no profit e aziende impegnate
nel sociale.

Finanziami il tuo futuro all’IMMaginario Web Festival di Perugia

Venerdì 22 Novembre 2013, Finanziami il tuo futuro parteciperà alla conferenza “Crowdfunding: nuovi processi collaborativi” che si terrà in occasione dell’IMMaginario Web Festival di Perugia.

“Se cambia il paradigma relazionale, cambia anche il modello economico con cui si producono progetti. Il crowdfunding è un modello basato sulla fiducia, sulla partecipazione e sulla condivisione. Sull’etica e sull’azionariato diffuso.” (www.immaginario.tv)

Interverranno:
Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia
Marco Morganti, AD Banca Prossima
Annalisa Doria, dirigente Umbria Digitale
Andrea Bernardoni, LegaCoop
Luca De Biase, direttore Nòva24
Jacopo Fo, Libera Unversità di Alcatraz

Con le piattaforme:
Finanziami il tuo futuro
Produzioni dal Basso
Crowdfunding Italia
Buonacausa
Rete del dono
Pubblico bene
Smartika
We are starting
Terzo Valore

A seguire:
Innovazione sociale: nuovi modelli partecipativi e condivisi

L’innovazione sociale sta producendo un cambiamento reale o meno nella società? Quali sono i progetti che stanno sperimentando nuove forme di socialità o rivedono i paradigmi abituali?

Con la partecipazione di Fondazione Cesare Pavese, La Scheggia, Rikrea, Materahub, Liberos, Fondazione Volume, Cinemovel Foundation, Wikimedia, Libera Università di Alcatraz, Fiorivano le viole, Timù, ITTS A.VOLTA – PERUGIA

22 Novembre ore 17:00
Rocca Paolina
Piazza Italia, 11 – Perugia

I consigli di Verdemarrò: come curare un bonsai Ficus

Si, capita sempre così. Sei in giro per i centri commerciali e non hai resistito: hai acquistato un bonsai. Che sia ficus ginseng, serissa, carmona, macrophylla, zelkova… niente paura, qualche consiglio e anche tu riuscirai a tenere in vita questa pianta.

Innanzitutto, identifichiamo il tipo di pianta. Di solito nei centri commerciali, il 99% dei bonsai è:
– Ficus
– Zelkova (Olmo cinese)
– Serissa
– Carmona

Radice di Ginseng
Radice di Ginseng

Iniziamo quindi dai Ficus. Nella stragrande maggioranza delle volte, trovi la dicitura “Ficus Ginseng”. Devi sapere che il Ficus Ginseng in realtà non esiste: viene venduto con questo nome solo per la caratteristica somiglianza con la radice del Ginseng (del genere Panax, nella tassonomia botanica). Sono piante ottenute con particolari tecniche di coltivazione, poi capitozzate e innestate con nuova vegetazione. In genere, queste piante sono della specie Ficus Retusa.

Bene, come già scritto nel precedente articolo, d’estate posiziona il tuo bonsai all’esterno, in posizione luminosa, ma non al sole diretto specie nei periodi più caldi. Il Ficus, avendo una foglia con cuticola più spessa, può sopportare meglio il sole diretto, ma attenzione alle giornate più calde. Esposizione sud – sud-est.

Il rinvaso è da effettuare in primavera: eliminare tutto il vecchio terriccio (quindi a radice nuda) e rinvasare con un terriccio drenante e sciolto. Combinare, per esempio, 50% di pomice e 50% di terriccio universale di buona qualità, variando le percentuali a seconda del posizionamento della pianta. Evitare l’argilla espansa!

Con questo tipo di terriccio, innaffiare almeno una volta al giorno e nelle giornate più calde anche due o tre. Nel caso, invece, non fosse possibile innaffiare così spesso la pianta, prevedere una quantità maggiore di terriccio rispetto alla pomice, anche 80% terriccio universale e 20% pomice.

La potatura è effettuabile durante tutto l’anno lasciando i getti più vigorosi e con più gemme, per costruire la ramificazione in maniera proporzionale alla pianta e contenere la vegetazione.

Per una pianta in buona salute, la concimazione va effettuata da primavera fino alla fine di luglio (tenere comunque conto dell’intensità del caldo) con concimi con titolo maggiore di azoto o, poco prima dell’autunno, con concimi con più potassio. Se la pianta non è in buona salute evitare i concimi, soprattutto quelli a base chimica, e prediligere un buon fitostimolante.

In inverno, puoi tranquillamente goderti il Ficus dentro casa, avendo l’accortezza di:

1. Usare un sottovaso con all’interno dell’argilla espansa o della pomice perché queste, trattenendo l’acqua, la fanno evaporare pian piano creando il microclima umido ideale per il Ficus (ricordiamoci che è pur sempre un albero tropicale, quindi abituato ai climi caldo-umidi); l’acqua con cui innaffierai il bonsai uscirà dai fori di drenaggio del vaso e verrà assorbita dalla pomice o argilla espansa che sia.
2. Non posizionare la pianta sopra o nei pressi di un calorifero, l’aria circostante sarebbe troppo secca e farebbe asciugare in modo anomalo il terriccio
3. Posizionare il Ficus vicino ad una finestra, ma non troppo. Fai in modo che riceva più luce possibile, ma tieni a mente che, se messo troppo vicino al vetro, potrebbe crearsi un effetto lente.

Per assurdo, ma non tanto, se hai un bagno ben soleggiato, puoi posizionarlo lì! Esperimento già effettuato da una mia amica con ottimi risultati: clima umido, luce giusta e reazione del bonsai con un bellissimo verde brillante!!!

La pianta di un mio amico risistemata con potatura e filatura
La pianta di un mio amico risistemata con potatura e filatura

Ultima nota, non ti spaventare se portando il tuo bonsai all’interno potrebbe perdere le foglie. E’ una reazione fisiologica della pianta ad un cambio repentino di ambiente. Infatti, se vedi delle gemmine verdi alla base delle foglie cadute, significa che la pianta è pronta a ripartire: in questa fase limita le innaffiature e non somministrare concimi vari, al massimo qualche fitostimolante blando.

Spero di essere stato esauriente, ma per qualsiasi dubbio tu abbia non esitare a contattarmi. Sarò felice di consigliarti al meglio!

Puoi contattarmi attraverso
Facebook alla pagina https://www.facebook.com/verdemarrobonsai
su Twitter @verdemarro
o via mail verdemarrobonsai@gmail.com

Se vuoi contribuire alla realizzazione del mio sogno, effettua una donazione sulla piattaforma di Finanziami il tuo futuro cercando tra i progetti Verdemarrò Bonsai Nursery. In cambio ci sono delle ricompense e, soprattutto, te ne sarò grato!!!

Alla prossima
Paolo