Consegna del progetto di riqualificazione dell’area giochi del Parco della Rimembranza di Fasano

Comunichiamo che nei prossimi giorni consegneremo all’ufficio tecnico del comune di Fasano il progetto di riqualificazione dell’area giochi del Parco della Rimembranza della nostra città. Il progetto che prevede la riqualificazione dell’area con un parco giochi inclusivo, accessibile e fruibile anche ad adulti e bambini disabili, è opera volontaria del gruppo di progettazione de L’Halveare, che lo ha realizzato dopo lo studio degli elaborati degli alunni delle scuole primarie coinvolti nel percorso di progettazione partecipata.
Martedì 1 dicembre dalle ore 19,00 alle 20,30 presso il Laboratorio Urbano di Fasano si terrà l’incontro pubblico di presentazione del progetto e dei prossimi appuntamenti in programma della campagna di raccolta fondi Ameffè!
Purtroppo lo sviluppo del percorso di progettazione partecipata, il rispetto degli iter burocratici e le ben note vicende amministrative della nostra città, hanno comportato un ritardo nei tempi inizialmente previsti (giugno 2015), come da proroga riconosciuta dalla Regione Puglia, la consegna del progetto dovrà avvenire entro la fine dell’anno per poter beneficiare del contributo economico del bando Puglia Capitale Sociale.
Nel ribadire che, senza possibilità di altra proroga, entro il 31/12/2015, dovremo esaurire tutte le operazioni economiche in entrata ed uscita di competenza del programma, dobbiamo provvedere con urgenza alla raccolta di tutti i contributi già indicati dai partner nella scheda di adesione al programma o annunciati durante la campagna di raccolta fondi. A tale scopo è a vostra disposizione il conto corrente di A.IT.A. ONLUS Regione Puglia (Banca Sella Fasano – IBAN IT78A0326825801052912217970), su cui potrete versare il contributo
previsto con causale: “Donazione L’Halveare – Giochi senza barriere
Fasano”.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno, finora, collaborato e collaboreranno ancora alle varie iniziative, invitiamo tutti a promuovere nuove iniziative di raccolta fondi e a comunicarcele per le
opportune azioni di sostegno e di comunicazione.

Ameffè!!!

Diario di bordo Ameffè! #2

Cari amici sostenitori, grazie a voi abbiamo praticamente raggiunto
quota €. 3.500. A nove giorni dalla chiusura della campagna, possiamo
comunicare con soddisfazione che “Ameffè!!!” gode di un grandissimo
seguito, oltre 10.000 persone sono state coinvolte nella campagna, più
di 3.000 visualizzazioni per il video dei bambini/cittadini attivi de
L’Halveare, con tante donazioni, giunte anche da fuori provincia e
regione, ma il bello deve ancora venire!

Siamo fiduciosi perchè nei prossimi giorni, attendiamo le donazioni
dei tanti che ci hanno contattato promettendoci al più presto il loro
versamento o comunicandoci di aver attivato iniziative o piccoli
gruppi di raccolta fondi in associazioni, aziende, gruppi social e
scuole.
“Ameffè!!!” non è solo sul web, anche chi non è in possesso di una
carta per il pagamento elettronico può contribuire alla nostra
campagna, basterà recarsi presso la Bottega di Equo e non solo in via
Fogazzaro, 59 a Fasano, dove potrà fare la propria donazione in
contanti e sarà poi nostra cura versarla in piattaforma.
Inoltre, in questi giorni è partita anche la raccolta fondi locale
grazie ai salvadanai realizzati attraverso il riutilizzo di materiale
destinato a diventare rifiuto. Il Centro di Educazione Ambientale
EquoAmbiente, con il coinvolgimento di tanti bambini, ha realizzato
gli originali maialini/salvadanaio Ameffè, che grazie alla
partnership con l’associazione di commercianti Life Class e a tanti
volontari, hanno “invaso” la nostra città.

Intanto, domenica 24 maggio, a partire dalle ore 9,00, siete invitati
a pratecipare a “PuliAMO il PARCO della Rimembranza”. La giornata è
stata organizzata per coinvolgere attivamente le famiglie della nostra
città e per creare un momento di comunità e di sensibilizzazione della
cittadinanza al rispetto e alla cura dei beni comuni. Tutti insieme,
muniti degli attrezzi che porteremo, raccoglieremo e ripuliremo il
parco per poi fermarsi ad ora di pranzo per un bel pic-nic di gruppo
con pranzo a sacco.
Non ci stancheremo mai di affermare, che abbiamo scelto di far partire
una raccolta fondi aperta alla cittadinanza, non solo per ragioni
economiche, ma, in particolar modo, per stimolare e rafforzare il
senso di appartenenza e di cura attiva dei cittadini nei riguardi
della propria città a completamento del percorso di progettazione
partecipata e di condivisione che ispira il programma.

Vi chiediamo di non smettere di sostenere e promuovere questa campagna
sociale, continuate a diffonderla, a invitare a donare e a
condividerla attraverso i siti web, i gruppi, le pagine e i profili
sui social network.
Con il poco di molti si può fare quello che non sarebbe possibile con
il molto di pochi.
Ameffè!!!

Diario di bordo Ameffè! #1

Cari amici sostenitori,
più di €. 2.000,00 sono stati raccolti, con tante donazioni, a partire da 5 €, giunte anche da fuori provincia e regione sulla piattaforma di www.finanziamiiltuofuturo.it.
Non solo, in tantissimi ci hanno contattato promettendoci al più presto la loro donazione o comunicandoci di aver attivato iniziative o piccoli gruppi di raccolta fondi in associazioni, aziende, gruppi social e scuole.

Molti ci hanno chiesto di donare anche in contanti, perchè non in possesso di una carta per il pagamento elettronico, pertanto informiamo che è possibile donare in contanti, presso la Bottega di Equo e non solo in via Fogazzaro, 59 a Fasano. La rete, grazie a questa raccolta fondi, vorrebbe raccogliere, fino al 31 maggio, 10.000 euro per realizzare una serie di interventi migliorativi rispetto a quelli consentiti dal budget attuale, come la rigenerazione di tutti i punti di illuminazione del parco per renderlo più sicuro nelle ore serali, la realizzazione di un’ampia pavimentazione anti-trauma nelle zone di gioco e l’installazione di una o più fontanelle nel parco.

Abbiamo scelto di far partire una raccolta fondi aperta alla cittadinanza, non solo per ragioni economiche, ma, in particolar modo, per stimolare e rafforzare il senso di appartenenza e di cura attiva dei cittadini nei riguardi della propria città a completamento del percorso di progettazione partecipata e di condivisione che ispira il programma.

Abbiamo bisogno ancora del vostro aiuto, vi chiediamo di essere ancora protagonisti di questa campagna sociale, continuando a condividerla e a diffonderla attraverso i siti web e i gruppi, le pagine e i profili sui social network.

Infine, ci preme far chiarezza sulla confusione che ha generato a livello locale la copertina e l’articolo del mensile cittadino Osservatorio in merito ad una proposta di riqualificazione,commissionata da un privato, dell’intero Parco Della Rimembranza e delle zone adiacenti. Il programma L’Halveare non ha nessun ruolo nella suddetta proposta.

Ameffè!!!

Ameffè? Superato il 20%, ma manca ancora tanto

Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi, la campagna di crowdfunding lanciata da Finanziami il tuo Futuro dopo una sola settimana ha superato il 20%. Ben 2.047,00 euro raccolti sui 10.000,00 del traguardo prefissato. Un ottimo risultato, ma non ancora il successo sperato. Finanziami il tuo Futuro infatti lancia l’appello a donare a tutti i cittadini pugliesi e non. Portare a termine questa campagna significherebbe dare corpo all’idea che lo sviluppo dal basso di un territorio è possibile, così come permettere alle singole comunità di prendersi cura di se stesse.
Il progetto “Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi” prevede la realizzazione del primo parco giochi inclusivo della città di Fasano. La rete de l’Halveare (operante nella zona BR/2 Cisternino, Fasano e Ostuni) che ha partorito l’idea progettuale è composta da 38 realtà tra associazioni e aziende private ed è la dimostrazione di quanto la volontà collettiva di superare ogni ostacolo possa essere più forte di qualunque limite politico o burocratico.
Per scoprire i dettagli del progetto www.finanziamiiltuofuturo/ameffe.
Ogni contributo, anche il più piccolo può far crescere il tuo territorio. Ti aspettiamo sulla nostra pagina progetto.

Agevolazioni fiscali per chi sostiene il progetto Giochi senza barriere

È possibile scegliere se dedurre o detrarre l’importo delle donazioni fatte a A.IT.A Regione Puglia Onlus per il progetto Giochi senza barriere: stessi giochi stessi sorrisi.

PER LE PERSONE FISICHE
Ci sono tre possibilità:

  • In base alla normativa vigente, (L. 96/2012, DPR 917/1986) si può scegliere di detrarre dall’imposta lorda il 24% dell’importo donato nel 2013, e il 26% a partire dal 2014, fino ad un massimo di 2.065,83 euro.
  • in base alla normativa D.P.R. 917/86 si può scegliere di dedurre dal proprio reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato.
  • in base al D.L. 35/2005 si possono dedurre dal proprio reddito le donazioni, in denaro ed in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

PER LE IMPRESE
Ci sono due possibilità:

  • in base alla normativa del D.P.R. 917/86 è possibile dedurre le donazioni per un importo non superiore a 2.065,83 euro o nel limite del 2% del reddito d’impresa annuo dichiarato.
  • in base al D.L. 35/2005 si possono dedurre dal proprio reddito le donazioni, in denaro ed in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui.

NOTE:
1. le DETRAZIONI sono le somme che, una volta calcolate le imposte da pagare, si possono sottrarre da queste, in modo da pagare di meno.
2. Le DEDUZIONI sono le somme che si possono sottrarre dal reddito su cui poi si calcolano le imposte.

Ti ricordiamo che:

  • le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.
  • è preferibile rivolgersi al proprio consulente di fiducia per scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.
  • per le donazioni tramite carta di credito l’estratto conto ha valore di ricevuta.

Ameffè!!! Scatta il conto alla rovescia per l’inizio della campagna di crowdfunding

Logo L'HalveareLunedì 20 Aprile nel Parco della Rimembranza di Fasano, con inizio alle ore 20,00, sarà presentata alla cittadinanza la campagna di raccolta fondi “Ameffè!!!” per incrementare il budget dell’iniziativa “Giochi senza Barriere: stessi giochi, stessi sorrisi” de L’Halveare, programma finanziato dal bando regionale Puglia Capitale Sociale, con cui si realizzerà il primo parco giochi inclusivo della Città di Fasano, accessibile e fruibile anche alle persone con disabilità.

La campagna sarà lanciata con la presentazione del video “Ameffè”, che ha come protagonisti un gruppo di bambini e realizzato dalla rete con la collaborazione di Fabrizio Giannuzzi (soggetto e regia) e di Vincenzo De Luci (musiche originali) di AccordiAbili e di Giuseppe Recchia (riprese e montaggio).

La raccolta fondi, che andrà avanti fino al 31 maggio prossimo, oltre a prevedere nuove iniziative a livello locale, si articolerà anche attraverso il web con una campagna di crowdfunding che sarà gestita
dalla piattaforma www.finanziamiiltuofuturo.it e che sarà presentata nel corso della serata.

Intanto, tutti, possono già essere protagonisti di questa campagna sociale, aiutandoci a divulgarla, condividendo e diffondendo sul web e sui social network, i video del conto alla rovescia di “Ameffè!!!” che saranno on-line a partire da mercoledì 15 aprile.

Dopo il percorso di progettazione partecipata con le scuole del territorio, la rete de L’Halveare ha accolto, all’unanimità, la proposta da parte dell’Amministrazione Comunale di aumentare fino a €. 40.000,00 il proprio contributo, se l’intervento previsto dal programma si fosse realizzato nel Parco della Rimembranza, impegnandosi, anche, a disporre la chiusura al traffico del tratto di strada che separa il parco dalla scuola Collodi.

Il Parco Della Rimembranza di Fasano, che oggi versa in uno stato di degrado che lo rende poco frequentato, è stato realizzato alla fine degli anni venti, in memoria dei 251 concittadini caduti della prima guerra mondiale, grazie anche al finanziamento dei cittadini e in particolar modo dei fasanesi che emigrarono e trovarono fortuna negli Stati Uniti. Allorchè, in memoria di ogni caduto, all’interno del parco, venne piantato un albero e inciso il nome sulle lapidi dell’imponente monumento centrale.

Cresce, infine, sempre più il consenso nei confronti delle proposte della rete de L’Halveare, che grazie alle adesioni giunte in questi giorni dalla Cooperativa Artigiana di Garanzia di Fasano e dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Fasano è ora composta da 38 partner tra soggetti pubblici, realtà no profit e aziende impegnate
nel sociale.